Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.dalle 9.30 alle 19.00 dal Lunedì al Venerdì

Marmellata di Mele Cotogne alla salentina: la ricetta originale

marmellata-mele-cotogne-blog

La cotogna è una varietà di mela poco diffusa, dal gusto particolare e leggermente aspro. Questo frutto è naturalmente ricco di pectina, un addensante usato spesso per confetture e marmellate.

Anche per questa caratteristica, la cotogna si presta particolarmente alla preparazione di questi prodotti.

Dopo la cottura, la polpa della mela cambia colore acquisisce dei toni tendenti al rosso bruno mentre il sapore diventa intenso e dolce. La cotognata leccese è un prodotto di nicchia realizzato secondo la ricetta originale della marmellata di mele cotogne alla salentina ed è particolarmente diffusa al Sud. Tra le curiosità legate a questa materia prima, va ricordato che la tradizione narra che a indurre Eva nella tentazione e al Peccato Originale fu proprio una mela cotogna.

La marmellata di mele cotogne alla salentina, poco famosa ma protagonista

Conosciuta anche come cotognata leccese, questa marmellata rappresenta uno dei prodotti chiave dell'area salentina, magari meno noto rispetto ad altri della stessa zona ma comunque degno di profondo rispetto e considerazione.

La confettura ha una consistenza particolarmente solida, dovuta all'alta concentrazione di pectina del frutto, simile a quella di una gelatina e questa sua caratteristica unica permette persino di "tagliare in pezzi" la marmellata per poterla conservare più a lungo.

La ricetta originale della marmellata di mele cotogne alla salentina

La tradizione legata a questa ricetta non è cambiata nel corso degli anni e la cotognata leccese è rimasta un prodotto unico, venduto come "esclusivo". Come nel passato, la marmellata di mele cotogne alla salentina si prepara in autunno.

Per la cotognata alla leccese sono necessari pochi e semplici ingredienti. Vediamo quali sono:

  • 1 Kg di mele cotogne pulite
  • 700 g di zucchero semolato (anche 500 gr per un risultato meno dolce)
  • succo di 1 limone
  • 2 bicchieri di acqua

Il "lavoro" più faticoso riguarda la pulitura delle mele. Le cotogne, infatti, sono piuttosto dure anche quando sono mature. Per farla al meglio occorre sbucciare ed eliminare il torsolo dopo aver tagliato il frutto in quattro spicchi.

A questo punto si può mettere la polpa in una pentola assieme ad acqua e succo di limone ed iniziare a cuocere lentamente mescolando finché non si arriva ad una consistenza morbida. Fatto ciò, con il passa-verdure, si ottiene una purea, si aggiunge lo zucchero e si prosegue la cottura a fuoco basso, finché la marmellata non arriverà ad avere il tipico colore rosso scuro.

Raggiunto questo risultato si toglie la pentola dal fuoco e si stende il composto ottenuto su una teglia rivestita con carta da forno, livellando il tutto con un cucchiaio o una spatola. Una volta raffreddata, la marmellata sarà pronta per essere "tagliata" e servita o conservata.

MENU