Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. +39 346 0961638 +39 328 4426418 +39 0833 935053

Cavallino

Cavallino è una città del Salento fra le più ricche di storia e di siti archeologici.

Le testimonianze archeologiche ci raccontano che questo luogo era già sede di insediamenti fin dall'Età del Bronzo, per poi venire abitato dalla popolazione dei Messapi attorno al VI secolo a.C. che ne fecero un importante centro dell'epoca.

Ancora oggi sono visibili in parte le mura risalenti a quel periodo, riemerse in uno dei numerosi scavi che hanno riportato alla luce anche megaliti e tombe. Dopo aver subito una distruzione completa attorno al IV secolo a.C., la città ritorno in vita col nome attuale soltanto durante la dominazione bizantina.

Quali sono i monumenti e i luoghi d'interesse che sono d'obbligo da visitare a Cavallino? Se dovessimo stilare una classifica, alla prima posizione ci sarebbe sicuramente la cosiddetta Chiesa Madre, edificata nel XVII secolo in stile barocco e dedicata a Santa Maria Assunta.

Sicuramente affascinante, dal punto di vista architettonico, è anche il complesso che riunifica la chiesa e il convento dei Padri Domenicani. Un edifico essenziale e austero, che riflette anche nella purezza e nella semplicità delle linee e delle forme i fondamenti del messaggio domenicano.

Meraviglioso anche il palazzo ducale dei Castromediano-Limburg, una struttura che ha subito numerosi rimaneggiamenti fra il Quattrocento ed il Seicento fino a raggiungere le sembianze che ancor oggi mostra.

Per quanto riguarda i siti di interesse archeologico, tanto diffusi in questa zona, si segnalano il Menhir a Ussano (situato a qualche chilometro di distanza dal centro abitato), la specchia Sentina e il Museo Diffuso, sorto nel 2003 che riunisce al suo interno varie postazioni di scavo.

Strutture nei pressi di Cavallino

MENU