Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. +39 0833 531081 +39 328 4426418

Diso

A pochi passi dalle coste dell'Adriatico, nel sud-est della provincia di Lecce, sorge il piccolo borgo di Diso, ricco di un fascino di altri tempi e di una storia che è, a buon diritto, il motivo di maggior richiamo per i turisti che vengono a visitarla.

Così come altri centri abitati del Salento, anche Diso può vantare origini pluri-millenarie. Nei dintorni dell'attuale centro abitato sono state infatti ritrovate, durante gli scavi effettuati nella prima metà del secolo scorso, numerose testimonianze in grado di attestare la presenza di insediamenti di comunità umane già dal 2500 a.C.

Secondo una versione piuttosto romanzata sulla sua fondazione, ancora alla ricerca di prove scientifiche in grado di avvalorarne la veridicità, il primo nucleo abitativo stabile di Diso sarebbe sorto immediatamente dopo la fine della leggendaria guerra di Troia, datata attorno al 1200 a.C.

Gli storici sono però propensi ad accreditare maggiormente un'altra tesi, ossia quella che vede questa cittadina come un insediamento "transitorio" di comunità messapiche e di altre civiltà fino al XI secolo d.C., data in cui cominciò a veder sorgere edifici stabili e duraturi. Da allora Diso crebbe notevolmente, facendo anche da scenario alle scorribande turche che si susseguirono nei secoli del medioevo.

Oggi i luoghi di maggiore richiamo per il turismo sono alcuni siti archeologici, tra cui quello dove sorge il menhir Vardare e gli splendidi edifici sacri che vennero eretti in stile barocco tra l'inizio del Seicento e la fine del Settecento, come la chiesa di San Francesco d'Assisi, la chiesa dei Santi Filippo e Giacomo, la chiesa dell'Immacolata e la cappella di Sant'Oronzo.

Strutture nei pressi di Diso

MENU