Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.dalle 9.30 alle 19.00 dal Lunedì al Venerdì

Santa Cesarea Terme

Il Ponte del 25 aprile si avvicina e con esso la voglia di trascorrere qualche giorno all'insegna del relax. L'occasione è ideale per scoprire il Salento, il "Tacco dello Stivale" d'Italia, con le sue magnifiche realtà artistiche e paesaggistiche.

Il Salento, infatti, offre ai suoi visitatori la possibilità di scegliere fra destinazioni mirabili sulla costa, baciata dal mar Adriatico e dal mar Ionio e suggestivi paesi dell'entroterra.

Ecco una lista delle 5 cose da vedere assolutamente, una volta giunti in questo meraviglioso angolo di paradiso.

Le 5 imperdibili perle del Salento

Meritano una visita approfondita le meraviglie paesaggistiche del Salento e dei suoi antichi borghi: le Terme di Santa Cesarea, la Grotta Zinzulusa di Castro Marina, la Stele Greca a Calimera, l’Oasi Naturale di Porto Selvaggio e la Cava di Bauxite a Otranto.

Il territorio collinare di Santa Cesarea offre numerosi spunti per un'entusiasmante esperienza sensoriale, grazie al percorso che dal bosco di pini d'Aleppo porta alla zona Belvedere, ideale per fare del sano trekking ed al centro termale più all'avanguardia d'Italia.

La Grotta Zinzulusa, molto scenografica per la presenza di numerose stalattiti, è l'attrazione principale di Castro Marina, facilmente raggiungibile con un’escursione in barca. Un'escursione interessante, che può dirsi completa, visitando via mare le altre grotte del borgo.

La Stele Greca, donata da Atene alla città di Calimera, si trova all'interno dei suoi giardini pubblici, in un tempietto. Una visita a questa preziosa testimonianza storica offre l'opportunità di conoscere il cuore della Grecia Salentina.

Dal Parco Naturale di Porto Selvaggio, autentica meraviglia del comune di Nardò, si può raggiungere Torre dell'Alto, antica fortificazione aragonese, sede del museo di biologia marina e di misteriose leggende.

La Cava di Bauxite, ribattezzata come "luogo dell'anima", è una delle mete più attraenti del Salento, grazie alla sua terra rossa in contrasto con l'acqua color smeraldo del laghetto, ed il verde della natura circostante. Una visita è imprescindibile, prima di scoprire la città di Otranto.

MENU