Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. +39 346 0961638 +39 328 4426418 +39 0833 531081

Tour guidato a Maglie: scopri il centro storico

Piazza di Maglie

Maglie gode di una fortunata posizione, praticamente al centro della penisola salentina, crocevia delle principali strade che la percorrono da nord a sud o da est verso ovest. Pertanto, dovunque vi troviate nel Salento, risulterà facile raggiungere questa cittadina per visitarne l'interessante centro storico.

Piazza Aldo Moro

La piazza, dedicata al noto uomo politico che qui nacque nel 1916, è il cuore vitale di Maglie. Vi sorge il Palazzo Municipale con la facciata sormontata da un artistico orologio. L'ingresso è preceduto da un portico su 5 arcate a tutto sesto. Di fronte, al centro della piazza, il monumento ottocentesco alla nobildonna Francesca Capece.

Lo spiazzo poi prosegue, restringendosi, nella lunga Piazza Capece su cui si affaccia il semplice prospetto del palazzo omonimo, che ospita il Liceo intitolato alla benefattrice che donò l'edificio alla comunità.

Chiude la piazza Palazzo Garzia, eretto nella prima metà del sec. XIX. É contraddistinto da una torretta circolare sulla sommità, da dove, non visti, i proprietari spiavano la vita che si svolgeva nella piazza sottostante.

Le Chiese di Maglie

Uscendo dalla piazza e percorrendo via Roma, tra palazzetti nobiliari e case più modeste, ci si imbatte nella facciata mistilinea del Duomo o Chiesa della Collegiata. L'interno, a croce latina con tre navate, offre sculture e quadri di discreto interesse.

Poco oltre, la Chiesa di Santa Maria delle Grazie presenta un bel portale barocco sormontato dalla statua della Madonna con Bambino. Stesso soggetto che troviamo sulla sommità della colonna, alta 15 metri, posta su un originale basamento balaustrato, che si trova nella piazza quasi antistante.

Palazzi di Maglie

Nel centro cittadino, nel periodo barocco, furono eretti dalle famiglie nobili vari palazzi, accanto a cui sorsero più tardi, tra fine ottocento e inizio novecento, costruzioni in stile umbertino.

Tra i più notevoli sono da segnalare, oltre al Garzia già nominato, le residenze appartenenti alle famiglie Mongiò, Cezzi, De Marco, De Donno e più decentrato, Palazzo Tamborino, in stile neoclassico, circondato da un parco ora divenuto Villa Comunale.

Strutture correlate

MENU