Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. +39 0833 531081 +39 328 4426418 +39 346 0961638

San Gregorio e l'antico Porto Sommerso

sangregorio

La località di San Gregorio è una frazione del comune di Patù, in provincia di Lecce, nota per la bellezza della propria costa e per l'interesse storico-archeologico dell'antico Porto Sommerso.

La baia è composta da scogliere che nell'antichità servivano come approdo per le navi che dall'Oriente arrivavano cariche di merci. Le strutture sono rimaste praticamente intatte e sono una tangibile testimonianza delle importanti attività commerciali che venivano svolte fin dai tempi della popolazione dei Messapi, presente in questi territori già intorno al 2.500 A.C.. Infatti, lo scalo commerciale era controllato dalla vicina città di Vereto, distante una manciata di chilometri dal litorale.

Oltre all'interesse culturale il Porto Sommerso di San Gregorio è noto per un'altra caratteristica che lo ha storicamente da sempre contraddistinto. Sul lato destro dell'insenatura, visibile alla profondità di sette metri, c'è una sorgente di acqua dolce, un tempo impiegata dai marinai come pozzo per rifornire le cisterne delle navi.

Inoltre, senza troppe difficoltà si possono anche ammirare le strutture che venivano utilizzate dalla civiltà messapica: la scala e il molo foraneo, costruito verso l'esterno del porto stesso. Un luogo ideale per gli amanti della natura e dell'archeologia, dove gli appassionati di subacquea possono immergersi tra i resti della storia, apprezzando la suggestiva atmosfera scenografica che crea questo contesto unico nel suo genere.

San Gregorio con il suo piccolo borgo, composto da poche abitazioni e strutture, si può raggiungere facilmente sia da Gallipoli che da Santa Maria di Leuca, percorrendo la litoranea e proseguendo attraverso una strada a senso unico che conduce ad una rotonda, affacciata sul mare. Da questo punto è possibile avere un'ottima visuale sull'adiacente costa e sui resti del Porto Sommerso. Spesso questa zona viene anche detta Torre di San Gregorio, in riferimento a una costruzione difensiva oramai andata perduta che si trovava sulla baia, costruita nel XVI secolo.

Il forte impatto naturalistico e paesaggistico rende questo luogo e il Porto Sommerso una località da non perdere, per l'atmosfera affascinante e per la possibilità di ammirare i fondali limpidi e cristallini del mare.

Strutture correlate

  • I Colori del Mare

MENU