Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. +39 0833 531081 +39 328 4426418

Dove andare a cavallo nel Salento?

dove-andare-a-cavallo-nel-salento

Il Salento è una terra affascinante, ricca di paesaggi bellissimi e variegati dove la natura regna sovrana e che meritano di essere scoperti in modo assolutamente green: molti sono i maneggi nel Salento, che permettono di vivere una spiaggia al tramonto o un secolare uliveto, col sole caldo sul viso, il cinguettio degli uccelli e il sibilo del vento ad accompagnare queste suggestive escursioni.

I bellissimi "Laghi di Alimini"

Una delle aree naturalistiche più belle del Salento è a nord di Otranto e sono i Laghi di Alimini: lo stesso nome di origine greca, "limini", indica che siamo davanti ad una delle zone umide più importanti del Salento, risalente addirittura al periodo mesozoico.

Presso i vari maneggi qui presenti, è possibile cavalcare dolcemente tra una fitta macchia mediterranea e antiche pinete, con una ricchezza faunistica e floristica sorprendenti, e con il profumo del timo e del ginepro nell'aria: si incontrano querce spinose e, al limitare dei due bacini di acqua, uno di acqua salata e uno dolce, ci si imbatte in castagne d'acqua, canneti e soprattutto in colorate orchidee delle paludi.

Da Torre Guaceto a Porto Cesareo

Prende il nome da una torre di avvistamento del '500 posta sulla costa, ad osservare a perdita d'occhio il mare: è Torre Guaceto e l'area circostante è oggi una riserva naturale spettacolare, a due passi da Carovigno nel brindisino, abitata sin dall'età del bronzo.

A cavallo, presso il "Centro Equitazione Alto Salento", dalla zona sabbiosa di Punta Penna Grossa ci si addentra nella macchia mediterranea tra limonio e salicornie, nella quale si potrà incontrare con un pò di fortuna il tasso.

Sulla costa ionica, all'altezza di Porto Cesareo, si apre uno scenario spettacolare: tra Torre Lapillo con distese sabbiose che si alternano a dune punteggiate di ginepri, e Torre Colimena al limitare delle meravigliose "Saline dei Monaci", sorge la "Riserva Naturale Orientata Regionale Palude del Conte e Duna Costiera": una zona eterogenea, con spiagge e paludi, saline e boschetti, dove viene preservata una preziosissima biodiversità, e habitat di numerose specie di volatili, dai cigni ai martin pescatori, dalle capinere ai meravigliosi fenicotteri rosa.

 

Strutture correlate

MENU