Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. +39 346 0961638 +39 328 4426418 +39 0833 935053

Salento e Sostenibilità: la VI edizione della Notte Verde

notte-verde-castiglione

L'estate anima i borghi salentini di feste e sagre dedicate ai prodotti tipici o ai santi patroni. Un'eccezione tematica riguarda Castiglione d'Otranto dove si svolge, tra il 29 ed il 31agosto, "La Notte Verde".

Castiglione d'Otranto

Castiglione, parte del comune di Andrano, è una frazione dalle origini assai antiche: in principio era un castello, presente nello stesso stemma della frazione, poi distrutto dai turchi nel X secolo. Solo dal '500 il centro riprese vita e fino al XIX secolo fu una cittadina indipendente plasmatasi attorno alla sobria "Chiesa S. Michele Arcangelo" risalente al XVII con all'interno un antico organo a canne ed una bellissima cripta dell'anno 1000.

Altrettanto suggestiva è poi la "Cripta dello Spirito Santo" scavata nella nuda pietra e luogo di preghiera dei monaci basiliani, con tanto di sedili lungo le rocciose pareti e coi resti di un affresco dello Spirito Santo.

È in questo meraviglioso scenario, dalla forte anima rurale, che si svolge la "Notte Verde", a celebrare un vero e proprio ritorno alla terra e ai modi di coltivarla, in un tentativo di recuperare vecchie tecniche e prodotti del passato.

La "Notte Verde"

Tornare alla terra. Questo il concetto ispiratore di questo straordinario evento al quale partecipano esperti provenienti da tutto il mondo per sviluppare temi fondamentali per la tutela e la salvaguardia del pianeta: tutto ruota intorno all'agricoltura eco-sostenibile che combina antiche colture con le moderne tecnologie, per ottenere prodotti di qualità altissima. Tra questi frutti particolare attenzione è rivolta ai cereali, alla canapa e in generale ai prodotti autoctoni di questa terra salentina.

Durante la "Notte verde" i dibattiti vertono anche sull'importante recupero dei terreni incolti: a proposito l’associazione "Casa delle Agriculture Tullia e Gino" ha recuperato ben 15 ettari di terreni abbandonati, coltivandoli in modo naturale a canapa, orzo e farro. Il fine di questa associazione è quello di riuscire a realizzare un mulino di comunità, con tanto di macina in pietra, per una lavorazione ottimale e green dei cereali, ottenendo così farina di alta qualità.

L'amore per la terra è dimostrato durante la "Notte verde" anche dalle fonti di energia alternativa utilizzate per illuminare un borgo ricco comunque di musica, laboratori e stand gastronomici, dove assaggiare gustosi cibi salentini e internazionali.

Strutture correlate

  • Junior Suite Hotel Thalas

  • Camere Superior Hotel Thalas

  • Camere Family Hotel Thalas

  • Camere Classic Hotel Thalas

  • Suite/Spa Da Gianni

  • Camera Standard Da Gianni

  • Camera Matrimoniale Superior 2 Persone Da Gianni

  • Camera Superior 2/3 Persone Da Gianni

  • Bungalow Family Poseidone

  • Bungalow Club Poseidone

  • Camera Standard Plus Poseidone

  • Bed and Breakfast Torre S. Giovanni - Blu BeB

  • Villaggio Otranto - Voi Alimini Resort

  • Vaìa Residence

  • Trilocale Daniela

MENU