Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.dalle 9.30 alle 19.00 dal Lunedì al Venerdì

Luoghi imperdibili in Puglia che (forse) non conosci!

 

locorotondoblog

Il Salento è sinonimo da sempre di sole e mare, di spiagge bianchissime, acqua cristallina e panorami mozzafiato.

In questa splendida terra ci sono però anche luoghi meno conosciuti dal turismo di massa ma ugualmente imperdibili se vi trovate in vacanza. Scopriamoli insieme!

Valle d’Itria: non solo Alberobello

Estesa tra le provincie di Bari, Brindisi e Taranto, questa magnifica valle vi accoglierà con le sue distese di ulivi adagiate su una profumata terra rossa che crea effetti cromatici superlativi. Se Alberobello è famosa in tutto il mondo per i suoi inimitabili trulli, tanti altri borghi sapranno affascinarvi e meravigliarvi grazie all’atmosfera fiabesca e surreale che soltanto qui sarete in grado di ritrovare.

Cisternino e Locorotondo: i gioielli del Salento

Una tappa da non mancare nel nostro viaggio è senza dubbio Cisternino, che padroneggia sull’intera valle dall’alto dei suoi 393 metri sul livello del mare. Vi lascerete rapire dalle vie bianchissime del suo centro storico costeggiate da piccole logge, archi e scalette. Potrete visitare la Chiesa Santa Maria di Costantinopoli, una meraviglia interamente circondata da mura che conferiscono al luogo un’aura di magia e misticità, e la Cava Conti, situata in cima ai monti di Cisternino, che testimonia la storia di estrazione del tufo bianco che caratterizza l’intera valle.

Il vostro viaggio alla scoperta del Salento proseguirà poi per Locorotondo, uno dei borghi più belli d’Italia, famoso per la sua forma circolare da cui prende il nome. Le sue bianchissime case con i caratteristici tetti spioventi sono infatti disposte lungo uno schema ad anelli concentrici che creano un perfetto disegno geometrico. Nel punto più alto del borgo si erge poi il monumentale Parco del Vaglio, in epoca antica denominato Parco del Balì o più semplicemente Balivo e oggi rinomata residenza estiva.

La città antica: Egnazia

Non si può terminare un viaggio in Salento senza aver fatto visite alle antiche rovine di Egnazia, le cui prime testimonianze risalgono alla metà del XVI secolo. La posizione strategica di questa antica città muraria ne fece centro nevralgico degli scambi commerciali. Il contesto ambientale e naturalistico in cui sorge la rende inoltre uno dei più interessanti siti da visitare a livello regionale e nazionale.

Il Salento è quindi pronto ad accogliervi con il suo calore, il suo sapore, i suoi colori e a mostrarvi quella parte di sé meno pubblicizzata e forse per questo ancor più meravigliosa da scoprire.

Una terra, mille straordinarie opportunità.

 

MENU