Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.dalle 9.30 alle 19.00 dal Lunedì al Venerdì

Otranto in un giorno: cosa vedere?

otranto-cosa-vedere-in-un-giorno-blog

Tra le località del Salento capaci di attirare turisti da ogni parte del mondo, spicca sicuramente Otranto, realtà che è in continua ascesa tra quelle che i viaggiatori scelgono di visitare nel periodo non solo delle vacanze estive, ma durante tutto l'anno.

Ma per chi dovesse avere a disposizione solo un giorno per visitare e scoprire questa perla del Salento, quali sono i luoghi da vedere assolutamente?

Il simbolo di Otranto: il Castello Aragonese

Sicuramente uno dei punti di forza di Otranto sono le sue splendide baie. Tuttavia ridurre questa città semplicemente a tale aspetto è riduttivo, perché Otranto ha davvero tantissimo da offrire da un punto di vista culturale, storico ed artistico.

In questo senso, il primo luogo da visitare è indubbiamente il Castello Aragonese, giustamente considerato il simbolo della città salentina. Questo castello ha tante peculiarità: una delle più originali risiede nel fatto che è stato capace di ispirare quello che è stato il primo romanzo gotico della storia, edito nel 1764. Questo castello nel corso dei secoli ha subito diversi danni e saccheggi, ma è sempre stato ricostruito. Oggi si chiama Castello Aragonese in quanto la sua attuale struttura è dovuta ad Alfonso di Aragona, che dopo il sacco di Otranto avvenuto nel 1480, si impegnò a farlo ricostruire. Il suo essere assimilabile, nella forma, ad una struttura militare, è dovuto proprio all'intervento portato a compimento per volontà dei sovrani spagnoli.

Gli altri luoghi simbolo di Otranto

Proseguendo nella propria scoperta di Otranto, un altro luogo che va assolutamente inserito nel proprio itinerario nel caso n cui si disponga di un solo giorno per visitare questa perla del Salento, è la sua cattedrale. Intitolata a Santa Maria Annunziata è motivo di vero e proprio vanto per gli abitanti della città. La sua costruzione risale al 1068 ed oggi questo luogo di culto è il risultato di diversi interventi che si sono succeduti nel corso dei secoli e che sono il motivo dei tanti stili architettonici che i visitatori vi possono rinvenire. A questo luogo è legato anche un tragico evento, quello della strage compiuta dai turchi nel 1480 quando Otranto era sotto assedio.

E sempre parlando dei luoghi che hanno fatto la storia di Otranto, bisogna citare la Torre del Serpe, il cui nome ufficiale è Torre dell'Idro. Questa fortificazione risale al periodo normanno e alcuni studi sono arrivati a supporre che inizialmente dovesse fungere da faro. E il nome con cui è nota è legato proprio ad una leggenda che ha per protagonista un serpente, leggenda che vale la pena scoprire, perché davvero affascinante. Oggi purtroppo la torre non è in perfette condizioni e quindi non è del tutto visitabile: tuttavia il suo fascino rimane innegabile.

MENU